Questa pagina è dedicata alla tecniche di pesca con cui affrontare le acque patagoniche. Naturalmente la prima da prendere in considerazione sarà la pesca a mosca tradizionale. Oltre questa anche il tenkara e la pesca a spinning troveranno il loro spazio e i loro ambienti adatti.

La pesca a mosca trova nelle multiformi acque della Patagonia spazi per applicare tutte le tecniche conosciute: la pesca a mosca secca, la pesca a ninfa e la pesca a streamer avranno spazi infiniti d’applicazione. I livelli delle acque e il momento della stagione andranno ben considerati per scegliere le acque da affrontare, ma con un minimo di pianificazione si otterranno buoni risultati sempre. Senza dilungarsi troppo in considerazioni generali, è opportuno però sottolineare la necessità di predisposizione nel pescatore ad adattarsi ai diversi ambienti. Questo atteggiamento, soprattutto in un contesto ambientale nuovo, garantirà sicuramente migliori risultati e maggiori soddisfazioni sia in termini di piacere che di catture.
Per l’attrezzatura relativa alla pesca a mosca rimando ad un’articolo già pubblicato su questo sito web (“Considerazioni sull’attrezzatura “base” per la pesca in Patagonia”), mentre due parole andranno spese per la descrizione degli artificiali adatti. Come prima considerazione si dovrà tener presente che la Patagonia non è un ambiente ricchissimo di schiuse, e spesso capita di pescare in caccia con mosche che hanno come loro caratteristica principale solo un grande potere adescante. I colori più efficaci nella realizzazione delle mosche “da caccia” saranno quelli scuri, con una predominanza per il nero con piccoli accenti in rosso. Non c’è da esagerare nella “creatività”, e si dovrà ricordare bene, anche per la realizzazione degli streamers, che i dressing dai colori naturali saranno sicuramente i più efficaci.
Naturalmente quando le schiuse ci sono, le esatte imitazioni faranno, anche in queste acque, la differenza tra una buona pescata e una pescata eccezionale.
Di seguito alcune delle mosche “base” usate dal nostro team e dai nostri ospiti.